X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Clicca qui per ulteriori informazioni.
Visitatori attuali: 4372 (0 registrati)

ESERCITAZIONE ASSOCIAZIONI

16 Agosto 2015

Il 16 agosto 2015 ad Arabba è stata organizzata una sfilata alla quale hanno partecipato tutte le associazioni del comune di Livinallongo del Col di Lana; quindi non solo hanno sfilato pompieri volontari, croce bianca e soccorso alpino, ma anche banda, gruppo folk, ecc …
La sezione di Livinallongo/Fodom ha anch’essa partecipato alla sfilata, la quale è partita alle ore 15.00 dalla località di Precumon ed è proseguita verso il centro di Arabba.
Una volta terminata la sfilata la croce bianca, assieme ai pompieri volontari e agli uomini del soccorso alpino, ha dato vita ad una simulazione di un incidente boschivo.
La simulazione consisteva in un incidente capitato ad un boscaiolo che stava tagliando una piante, il quale era rimasto travolto dalla pianta stessa.
Una persona che stava passando nella zona, avendo assistito all’evento e volendo provare ad aiutare il boscaiolo, è a sua volta rimasta coinvolta nell’incedente.
La zona dell’incidente, essendo molto impervia, ha richiesto l’intervento di soccorso alpino, pompieri volontari e della croce bianca.
Il boscaiolo è stato soccorso da 2 pompieri che lo hanno liberato dalla pianta e hanno messo in sicurezza la zona e da 2 soccorritori della croce bianca che, dopo aver fatto le valutazioni del caso, lo hanno messo sulla barella cucchiaio e, mediante verticalizzazione, portato nela piazzale sottostante, dove altri 2 volontari della croce bianca avevano già preparato barella e vacum pronti per accogliere il boscaiolo.
Il testimone è stato recuperato dal soccorso alpino, data la zona molto impervia, che lo ha trasportato fino a valle dove i volontari della croce bianca hanno prestato al paziente le cure del caso.
Gli obiettivi che sono stati posti nello svolgimento della manifestazione sono fondamentalmente tre:
 
  • Mantenere attiva la collaborazione tra la croce bianca, i pompieri volontari e il soccorso alpino;
  • Mantenere attiva e mostrare agli spettatori una valutazione sistematica del paziente traumatizzato;
  • Mantenere un corretto ordine di priorità nell’approccio ad un intervento con più pazienti politraumatizzati.
Zona 1: pubblico
© Ass.Prov.le di Soccorso Croce Bianca onlus 2008